menu

VENDITA E ASSISTENZA PNEUMATICI 24/24h

Convenzionati con le migliori società di noleggio
Un po' di storia....

Grande senso di appartenenza all’azienda di famiglia e massimo rispetto per il cliente, sono gli aspetti che hanno sempre caratterizzato l’opera di chi lavora nella ditta Mossucca Gomme. Una attività che vanta ben 35 anni di esperienza e poggia sull’idea iniziale e l’impegno del capostipite, Lorenzo senior, oggi 81enne e sul lavoro suo e dei suoi due figli, Franco e Gerardo, per arrivare ora alla terza generazione della famiglia, con la ditta MG di Mossucca Stefano & C sas. E tra i giovani c'è di certo Lorenzo, figlio di Gerardo, da cui eredita la passione per le auto, come fosse un predestinato, visto che da piccolo ha respirato l'odore delle gomme e, crescendo, ha vissuto le vicende dell'azienda di famiglia, quella in cui, passione per pneumatici e tutto ciò che fa parte del mondo dell'auto, è sempre stato una cosa sola. Da li, ecco, anche una pagina importante per lui, quella vissuta nel 2009, guidando da campione, a soli 22 anni, una potente Lola Zytek 3000, a conferma di una sua innata passione per le auto, ed in particolare quelle da corsa, in cui i pneumatici non sono solo dei particolari, ma un qualcosa di essenziale per poter arrivare a far bene e vincere, come lo stesso Lorenzo ha saputo dimostrare nel Campionato Italiano Velocità Montagna. Tornado all'azienda Mossucca, davvero una storia bella, lunga, intensa ed interessante, che mostra il volto di una famiglia che ha sempre creduto nel suo lavoro e nel supporto alle necessità di ogni automobilista, con i giovani di oggi a continuare il tutto nel nome di chi ha iniziato con molti sacrifici, nel ricordo di non c’è più e manca tantissimo e nel ringraziamento a chi ha dato tanto, a sua volta, e da qualche anno ha ufficialmente passato la mano alle nuove leve. Una storia che parte nel 1980, a giugno per l’esattezza, e che continua ancora oggi…volete conoscerla? Seguiteci…!!

LEGGI TUTTO

L’attività nasce il 1980, era il mese di giugno, con Lorenzo Mossucca, il capostipite della famiglia oggi 81enne, e con la sua voglia di dare aiuto all’automobilista. Pochi allora gli strumenti che erano a disposizione, leva e martello essenzialmente, con Lorenzo che già dagli anni 70 collaborava con un distributore locale per fornire un servizio alla clientela, ma pronto a far conoscere tale attività ai suoi due figli che iniziarono poi ad affiancarlo nel tempo. In seguito si passa a dar un aiuto migliore e più qualificato alla clientela, mettendosi in proprio nel 1985 con la creazione della ditta Mossucca Lorenzo e figli. Ed iniziano anni di duro lavoro, per farsi conoscere, apprezzare, crescere.


I figli, ovviamente, sono Franco e lo scomparso ma davvero indimenticato Gerardo, che affiancano stabilmente il padre nell’attività che cresce con la diffusione sempre maggiore del loro nome, a Melfi e nell’intera zona come pionieri del settore gomme, e poi anche in termini di offerta, con l’arrivo dei primi macchinari al servizio del loro lavoro. La nuova tecnologia, con i ponti per il sollevamento delle auto, le pistole per lo smontaggio delle gomme ed un buon impulso aziendale al servizio anche dei settori agricolo, degli autocarri e del movimento terra, permettono di fornire ora un servizio a 360° rispetto alla crescita anche di mezzi a disposizione sul territorio. Franco nato nel 1957, ma già da piccolo “ad apprendere il mestiere”, poi Gerardo nato nel 1964 ma già inserito in un contesto diverso e con già un bel po’ di tecnologia a supporto dell’azienda, aiutano la crescita dell’attività, con le grandi marche, in primis Kleber, Goodyear e Michelin che credono tanto nel lavoro e nella professionalità che la ditta Mossucca si è costruita nel tempo, sul territorio e in tutta la regione, con lavoro, sudore, tanta voglia di crescere e migliorare, sempre nel rispetto del cliente. E si affidano alla famiglia Mossucca per vendere i loro prodotti in un rapporto di esclusiva, con dei risultati ottimi per entrambi, considerato proprio il valore dell’azienda melfitana, sostenuta anche in sede di fiere a cui insieme partecipano.


Il passo successivo, molto importante, è la costruzione di un capannone artigianale in Contrada Ponticelli, dove l’attività è presente a tutt’oggi, nel 1990, e da li la scalata è continua ed anche il numero di clienti ed aziende che a Mossucca si rivolgono cresce al pari della sempre maggiore offerta, in termini di qualità e quantità, che la stessa può garantire, visto che qui, ora, può disporre anche d’un ampio magazzino di pneumatici nuovi plurimarca e di ricambi per rispondere ad ogni esigenza di mezzo o di cliente. A tal proposito Franco ammette che “per noi è sempre rimasto forte il binomio con i marchi Michelin e Goodyear, con cui si è sempre lavorato al meglio, e con reciproca soddisfazione, e sono stati loro a permetterci, anche come personale, certo di crescere e tanto potendo frequentare specifici corsi, presso le loro aziende, e così conoscere e fare nostri, i nuovi prodotti ed i vari sistemi da loro usati, e che noi abbiamo poi messo a disposizione di tutti i nostri clienti”.


Dopo oltre 30 anni di onorato servizio, lo stesso Franco, ha deciso di passare la mano alle nuove leve, non solo per la perdita del caro fratello Gerardo, già da oltre 4 anni, con cui ha condiviso, con sacrifici e tantissimo impegno, la vita e la crescita aziendale ma anche perché, nel frattempo, crescevano e conoscevano sempre più l’attività, suo figlio Lorenzo (1982) e i suoi nipoti Lorenzo (1986) e Stefano (1992), figli del compianto Gerardo, con la loro mamma Carmela (moglie dello stesso Gerardo), da sempre il vero punto fermo per la complessa parte amministrativa aziendale, oggi comunque disponibile per dei suggerimenti a figli e nipote per la gestione dell'azienda. I due cugini, Lorenzo e Lorenzo, sono ormai nel gruppo di famiglia da molti anni mentre per il più piccolo Stefano, il tutto è “realtà lavorativa a tempo pieno” da oltre due anni, soprattutto dal momento in cui si è potuto dare corso al “passaggio di consegne” alla terza generazione dei Mossucca, quella attuale, la più tecnologica, quella 2.0 come si dice ora…

Nel frattempo, dopo aver iniziato a soli 8 - 9 anni con i kart, ed essere passato per gare di slalom, alcuni rally, delle sfide in pista, sopratttutto a Sarno ed aver vissuto un anno da gran protagonista, mettendosi in mostra nel Trofeo Marangoni a bordo di una Osella Pa 21, per il giovane Lorenzo, allora solo 22 anni, ecco la grandissima occasione per emergere e dimostrare all'Italia intera, ed ai suoi tanti fans, tutto il suo valore di pilota automobilistico sportivo. È il 2009 il momento del grande salto, di quello definitivo, per mostrare a tutti “di che stoffa è fatto questo giovane pilota lucano”. Dapprima frequenta il Supercorso dell’Autodromo di Vallelunga (Roma) gestito dalla CSAI – ACI (il top in ambito automobilistico sportivo nazionale) ed intitolato al grande Michele Alboreto, e qui conferma tutto il suo valore. I suoi tecnici/docenti stravedono per lui, il pilota nazionale Gianmaria “lo testa in pista più volte” precedendolo o seguendolo con la sua vettura da gara che disputa corse in campo italiano ed europeo e Lorenzo conferma quello che di lui era ormai noto a tutti, in particolare agli addetti ai lavori ed alla stampa specializzata, che lo segue e scrive sempre più spesso di lui, dei suoi successi, del suo avvenire che appare davvero roseo. Dalla pista, con in tasca la Patente Internazionale Sportiva, Lorenzo vola al Campionato Italiano Velocità Montagna, con la CMS Racing di Ponsacco, e conferma tutte le sue doti, guidando come fosse un veterano la Lola Zytek 3000 appartenuta a Montoya, ex pilota di F1, ed invece ha solo 22 anni…!! E’ la consacrazione tanto attesa, da Fagioli in giù tutti lo temono e, tutti compreso testate giornalistiche e siti specializzati sul mondo dei motori, lodano questo ragazzo speciale che accende il cuore dei suoi genitori, di parenti ed amici che non mancano di seguirlo con crescente affetto ed interesse ma che conferma di poter diventare “un grandissimo del volante” se seguito al meglio, crescendo tanto, sempre più, senza però mettergli particolari pressioni addosso. Per lui è una cosa naturale ed anche i suoi risultati, e poi i vari successi, saranno solo la naturale conseguenza di una qualcosa che gli riesce poi facilmente. Si parte con un sesto posto assoluto nella mitica cronoscalata dell’Abetone, poi arrivano un quarto ed un terzo posto, ancora un secondo prima del successo, tutto suo e strameritato, alla fine del Trofeo La Castellana a Orvieto, nel giorno in cui Lorenzo festeggia il suo “23esimo compleanno ed è atteso, prima della premiazione, con spumante, abbracci di tutti ed una intervista in esclusiva di AciSport, diffusa poi in tutta Italia nei giorni a seguire. Intanto il titolo Under 25 gli sorride con pieno merito, riempiendo casa di trofei, coppe, medaglie, targhe sia per i suoi risultati ottenuti nella classifica speciale dedicata ai migliori giovani che per quelli ottenuti lottando come un leone contro i grandi di questo sport, nella classifica assoluta per il Campionato Italiano, in cui al termine si piazzerà al sesto posto, pur non avendo corso tutte le gare in calendario per il tricolore di specialità. È davvero l’apoteosi per questo ragazzo semplice, timido, mingherlino, che però è in grado di trasformarsi ed esaltarsi quando è a bordo della sua auto da corsa, quella F 3 che sembra gli sia cucita addosso e la accompagna fedele, coi colori neri e verde, per la sua crescita e nel potersi poi affermare, al meglio, in ambito nazionale, lui che arriva dal sud. Poi, purtroppo, gli alti costi di questa passione e la difficoltà a reperire sponsor e finanziatori, lo fanno desistere dalla voglia di proseguire in questo campo ed eccolo tornare attivamente al suo lavoro in officina, continuando ad amare, e tanto, i pneumatici, anche se non erano più quelli da corsa, come avvenuto per due anni, bellissimi ed indimenticabili per lui ed i suoi tanti ammiratori, Marangoni prima ed Avon dopo...


In primis fu Lorenzo senior, poi con lui i figli Franco e Gerardo, ora il presente ed il futuro sono in mano a Lorenzo II, Lorenzo III ed a Stefano, che rappresentano la nuova società nata circa 3 anni fa ed intestata MG di Mossucca Stefano & C sas. È insomma il nuovo che avanza, i piccoli di ieri sono diventati adulti con il lavoro e seguendo dal vivo il crescere e le varie tappe dell’azienda, grazie alla infaticabile attività del nonno e dei loro genitori. Ora tocca a loro, anche se l’esperienza di oltre 30 anni di Franco (che però ha imparato il lavoro da piccolo) resterà sempre a disposizione dei ragazzi, per un confronto ogni volta che servirà loro o per un consiglio su come impostare poi il lavoro, da qui in avanti. Attualmente l’azienda ha puntato sul plurimarca, vista la crescita del numero delle aziende costruttrici di pneumatici in Italia e all’estero, ma anche per la possibilità reale di soddisfare ogni richiesta del cliente. Ed infatti i partner lavorativi sono ora ben 15, e il tutto vale sia per le auto che i mezzi pesanti, ma anche per quelli agricoli, i pullman, le moto oltre a poter offrire una serie di convenzioni con aziende che permettono al cliente anche di avere un servizio noleggio, con le migliori compagnie ed a prezzi convenienti. Infine magazzino gomme, servizi per gli appassionati come i cerchi in lega e la meccanica leggera, il tutto per essere sempre al passo con i tempi ed a disposizione del cliente, ogni volta che questi si rivolge alla MG di Melfi.

PARTNER

OFFERTE

  • MSW 24 MATT GUN MET FULLPOL

    CERCHIO IN LEGA MSW-24 6 1/2 x 15" 4X100 ET 43

    € 100,00
    Acquista
  • MSW 27 MATT DARK TIT FUL PO

    CERCHIO IN LEGA MSW-27 7 1/2 X 17" 5 X 112 ET 48

    € 130,00
    Acquista
  • MSW 86 BLACK FULL POL

    CERCHIO IN LEGA MSW 86 6 1/2 X 16" 4 X 100 ET 37

    € 120,00
    Acquista

Quantità
Importo:0.00
Spedizione:0.00
Totale:0.00
Dati di spedizione
I dati di fatturazione sono uguali a quelli di spedizione

AUTONOLEGGIO

  • Fiat 500 X
    € 100 / giorno

FOTO

CONTATTACI


Info
Via E.Forlanini, 52 Melfi 85025 (PZ) Italia +39 0972 21860 mossuccastefano@tiscali.it
Contattaci
INVIA MESSAGGIO
C'è stato un'errore nell'invio della email, riprova.
Riprova
Messaggio inviato con successo!